«Elastic Heart»: la vera storia di Nunzio Bellino affetto da una rara patologia

Giuseppe Cossentino è il regista del film «Elastic Heart» che la giuria del festival ha ammesso alla finale 2023. Ecco cosa han risposto alle nostre domande:

Perché ha deciso di girare questo Film?
Ho deciso di girare il film ” Elastic Heart” perchè è tratto da una storia vera, quella di Nunzio Bellino, attore e personaggio pubblico televisivo italiano affetto da una rara patologia, la Sindrome di Ehlers- Danlos, che colpisce il tessuto connettivo.  Ed un regista attraverso l’arte e la magia  del cinema   ha il dovere di raccontare  la verità. Sostengo un tipo di cinema di elitè  come veicolo di storie vere e sociali, mi piace raccontare  tematiche spinose. Da questo film è stato tratto anche un libro- fumetto dal titolo  “L’Uomo Elastico” da un’idea di Nunzio Bellino, tratto da una mia sceneggiatura.

Su quale tema vuole richiamare di più l’attenzione di chi lo guarda?
Sulle malattie rare  raccontandole anche ai più giovani scegliendo il cinema, attraverso un linguaggio semplice, aiuta a sensibilizzare le nuove generazioni su patologie che, spesso, sono sconosciute e, allo stesso tempo, dà voce a pazienti e familiari facendoli sentire accolti e ascoltati. La divulgazione attraverso l’arte  è fondamentale per diffondere sempre più il messaggio che raro non è sinonimo di solitudine”

Che messaggio intende lanciare con questo film al mondo del cinema?
“Questo film può essere utile per riflettere sul concetto di ‘diversità'”. Ognuno di noi è diverso dagli altri, ed è proprio la nostra unicità a renderci speciali e insostituibili. Basta non fermarsi alle apparenze, ma al contrario avere il desiderio e la curiosità di conoscere meglio le persone che ci stanno accanto, le quali, spesso, possono riservarci delle belle sorprese”. E  nel  mio piccolo voglio dire Stop al bullismo  e  alle discriminazioni che spesso si subisce per essere speciali come è successo nella vita al protagonista del film.

Torna in alto