«La nuova umanità» accede alla finale: la Giuria assegna il giudizio di lode

Il film «La nuova umanità» del regista Scaglione Roberto accede in finale perchè la Giuria assegna il giudizio di lode all’opera cinematografica. 

Scaglione Roberto. Diplomato al Liceo Scientifico di Alcamo (TP), ho troncato gli studi filosofici per vestire una divisa. Coltivo la scrittura con un sottofondo da corsivo prediligendo i calembour e ho collaborato con periodici locali, fanzine e riviste di settore e scientifiche, lasciando tracce anche sul web: tra cui una poesia con 137 figure retoriche differenti, pubblicata nel 2018 su Writers Magazine, n. 51. Ho realizzato parodie musicali e iscritto tre cortometraggi al Premio David di Donatello.

La Nuova Umanità: L’epopea della nostra specie, in salsa ironica, dalla preistoria ad oggi: cosa sarebbe avvenuto “se”, quanto accade, potrebbe succedere a ciò? Dall’Età della pietra all’epoca delle pandemie, la parziale distopia è condita da varianti ucroniche in un rapido affresco storico e sociale, tanto surreale e grottesco come un cavernicolo “moderno”: che dell’uomo contemporaneo, è già coetaneo. La visione dell’opera è sconsigliata ai “morti” del Sistema.

(Tratto da Annuario del Festival del Cinema di Cefalù 2023)

error: Content is protected !!
Torna in alto