«Libero» accede alla finale: la Giuria assegna il giudizio di lode

Il film «Libero» (nella foto) del regista Maurizio Rigatti accede in finale perchè la Giuria assegna il giudizio di lode all’opera cinematografica. 

Rigatti Maurizio. Inizia la carriera come attore di teatro, ma abbandona la recitazione non appena intuisce l’interesse per lo storytelling. Vanta un poliedrico percorso come regista, autore, sceneggiatore e direttore creativo realizzando progetti che spaziano dal teatro all’audiovisivo, dalla pubblicità alla moda, al circo. I suoi lavori sono andati in onda sui canali Rai, Mediaset e Sky e presentati in numerosi festival nei quali ha vinto premi e riconoscimenti.

Libero: Alla fine degli studi, Libero – affetto da malattia rara – vuole prendere casa da solo con gli amici. Nonostante la qualifica da Social Media Manager e l’impegno nella ricerca, Libero non riesce a trovare un impiego che gli garantisca l’indipendenza economica. Di fronte alla possibilità di un posto da cassiere al supermercato di quartiere Libero esita, terrorizzato dai propri limiti e forse amareggiato all’idea di un lavoro diverso da quello sognato.

(Tratto da Annuario del Festival del Cinema di Cefalù 2023)

error: Content is protected !!
Torna in alto