«La donna svelata» accede alla finale: la Giuria assegna il giudizio di lode

Il film «La donna svelata» (nella foto) della regista Gaia Pulliero accede in finale perchè la Giuria assegna il giudizio di lode all’opera cinematografica. 

Pulliero Gaia. Nata a Padova nel 2001, frequenta un liceo scienti-fico e a sedici anni va in Argentina per uno scambio scolastico an-nuale. Nel 2021 produce un cortometraggio con la Città della Speranza e l’Università degli Studi di Padova, dove prosegue la sua formazione. La sua opera prima da regista coincide con il cortometraggio “Touch me Softly” (2021) e nel 2022, per rispondere al grido di aiuto «siate la nostra voce» delle donne e degli uomini iraniani, scrive e dirige “La donna svelata”. A ottobre 2022 consegue con lode la Laurea in “DAMS” per poi iscriversi alla Laurea Magistrale in “Scienze dello spettacolo e produzione multimediale”.

La donna svelata: nel corso di un’intervista una giovane donna racconta al suo interlocutore i significati che attribuisce al concetto di libertà. Ma quelle che inizialmente sembrano semplici dichiarazioni, alla fine del corto si riveleranno essere un disperato grido d’aiuto.”

(Tratto da Annuario del Festival del Cinema di Cefalù 2023)

error: Content is protected !!
Torna in alto